PROPRIETÀ E ATTO
(esilio permanente)
Monologo per un uomo leggermente straniero


Votazioni aperte dal 14 Gennaio
  • Crediti

    di Will Eno
    traduzione di Chiara Maria Baire
    supervisione di Elena Battista

    regia di Leonardo Lidi

    con Francesco Mandelli

    luci di Stefano Valentini
    foto di scena di Luca del Pia

    produzione BAM Teatro/La Corte Ospitale

Edward Albee, l’autore di “Chi ha paura di Virginia Woolf” scomparso qualche anno fa, disse di Will Eno che il suo lavoro era «creativo, ordinato e, allo stesso tempo, caotico ed evocativo. Ha un orecchio splendido e una mente veloce», qualità che hanno fatto del drammaturgo statunitense uno dei più originali e rappresentativi indagatori della nostra epoca. Il suo teatro minimale, apprezzatissimo dal pubblico e dalla critica, lo ha rivelato al Festival di Edimburgo e lo ha condotto fra i finalisti del Premio Pulitzer nel 2005, per “Thom Pain” (monologo applaudito nel 2011 anche nella stagione dello Stabile regionale, nell’interpretazione di Elio Germano): un testo molto legato a “Proprietà ed atto”, perché propone, come quest’ultimo, una riflessione sull’esistenza e sul valore delle nostre vite

PREZZO DEI BIGLIETTI

Posto unico Interi € 19 | Ridotti € 16 | 1★

Last minute € 15

 

Prenotazioni abbonati altri-percorsi 15/11 h. 10.00

Prenotazioni stelle 19/11 h. 10.00

Vendita biglietti 21/11 h. 10.00

Martedì 14 Gennaio
19:30
Mercoledì 15 Gennaio
21:00
Giovedì 16 Gennaio
21:00
Venerdì 17 Gennaio
19:30
Sabato 18 Gennaio
21:00
Domenica 19 Gennaio
17:00

Mostrando spirito e senso dell’ironia fin dalla presentazione, lo stesso autore anticipa infatti che “Proprietà e atto” «è un monologo interpretato da un uomo che viene da qualche parte imprecisata e che è arrivato qui. Nei suoi esilaranti e strazianti tentativi di comprendere sé stesso e il mondo che gli è rimasto, o di comprendere noi e il mondo in cui è arrivato, getta una luce decisamente necessaria sulla nostra esperienza collettiva. Il tempo di esecuzione, se l’attore non muore o pensa ad altro, è di circa un’ora».

Leonardo Lidi, regista teatrale fra i più seguiti e accreditati nella generazione dei trentenni, ha scelto per la sua messinscena un interprete singolare ed eclettico, che sicuramente riserverà alle platee notevoli sorprese: si tratta di Francesco Mandelli, volto di MTV e di film di successo, regista, sceneggiatore, ma anche musicista, conduttore televisivo e scrittore, che si addentrerà con convinzione e intuito nella scrittura poetica e assieme sarcastica di Eno.

«La drammaturgia di “Proprietà e atto” – sostiene il regista – consente un viaggio indagatore all’interno della figura e del termine “straniero”. Partendo dalla etimologia della parola, con lo stesso meccanismo grammaticale del protagonista, Will Eno permette una riflessione sullo stato d’animo di chi si definisce extra, ex, strano ed estraneo, dipingendo un agente alieno piombato sul palcoscenico per ricordarci la nostra inadeguatezza». Aneddoti, visioni particolari si susseguono sinuosamente nella drammaturgia tratteggiando il senso della memoria, della solitudine, l’essere “senza dimora” del protagonista, sensazioni che alla fine, però, appartengono anche a chi lo osserva.

Acquista i biglietti
Data
martedì
14
gennaio

Orario
19:30
Data
mercoledì
15
gennaio

Orario
21:00
Data
giovedì
16
gennaio

Orario
21:00
Data
venerdì
17
gennaio

Orario
19:30
Data
sabato
18
gennaio

Orario
21:00
Data
domenica
19
gennaio

Orario
17:00
Potrebbero interessarti...
KOBANE CALLING ON STAGE
  • 3 Dic 2019
  • Sala Assicurazioni Generali
SCOPRI
DRACULA
  • 17 - 18 Feb 2020
  • Sala Assicurazioni Generali
SCOPRI
Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter