Votazioni aperte

Hai votato

Grazie!

Attenzione!

Per votare devi accedere all'area privata

  • Crediti

    di Giorgio Gaber e Sandro Luporini

    rielaborazione drammaturgica e regia Giorgio Gallione

    con Elio

    scene e costumi di Guido Fiorato

    arrangiamenti musicali di Paolo Silvestri

    luci di Aldo Mantovani

Come è avvenuto lo scorso anno per “Tempo di Chet” con Paolo Fresu, anche nella stagione 2019-2020 Assicurazioni Generali offre alla città di Trieste un grande evento: “Il Grigio”, capolavoro di Giorgio Gaber e Sandro Luporini che il regista Giorgio Gallione adatta – inserendovi una decina di indimenticabili canzoni del “Signor G” – in un recital perfettamente calibrato sul talento e l’eclettismo di Elio, lo storico leader delle Storie Tese.

PREZZO DEI BIGLIETTI

Biglietti in vendita per il 4 novembre dal 22 ottobre.

Biglietti in vendita per il 5 novembre dal 25 ottobre.

Posto unico Interi € 5

Lunedì 4 Novembre
20:30
Martedì 5 Novembre
20:30

Una serata di cultura e prestigio, che coniuga in modo significativo teatro e musica, e viene proposta ai ragazzi delle scuole e ai dipendenti di Assicurazioni Generali, ma rimane accessibile anche ad altri spettatori interessati, divenendo un’occasione di fruizione artistica accessibile a un pubblico sempre più vasto. «Per me, come spettatore e come giovane regista, “Il Grigio” all’epoca fu una rivelazione, un mix geniale di astrazione e immedesimazione» sottolinea il regista Gallione, che negli ultimi dieci anni si è confrontato spesso con il teatro di Giorgio Gaber (dirigendo Claudio Bisio e Neri Marcorè).

«Mi sono convinto - piano piano ma con sempre maggiore “lucidità” - che i temi, i quadri, i sentimenti, le situazioni presenti nel “Grigio” del 1988 fossero poi stati rielaborati, perfezionati, e perché no, anche attualizzati da molte canzoni nate dopo quella esperienza. Scrivendo una infinita storia di un Signor G in continua crescita e trasformazione, nel privato e nel sociale, Gaber e Luporini hanno continuato a macinare, indulgenti o spietati, sulle contraddizioni dell’essere umano. (...) In più c’è Elio, cantante personalissimo, eretico, eccentrico, che si accinge ad abitare con libertà e rispetto questo nuovo copione, interamente gaberiano, ma modellato da una nuova sensibilità e alla luce dell’intero universo creativo e stilistico di una maschera, il Signor G, che sa e può ancora parlare potentemente e spietatamente al nostro oggi».

“Il Grigio” racconta di un uomo che sente la necessità di allontanarsi da tutto e da tutti, afflitto più da problemi personali che sociali. Si ritira in una casa di campagna per concentrarsi su sé stesso. La sua ambita solitudine è però disturbata da un fantomatico topo: il Grigio, che rappresenta l’elemento scatenante degli incubi dell’uomo, delle sue ansie e anche del suo ironico e nevrotico flusso di coscienza. Così lo spettacolo procede in un crescendo sorprendente in cui mentre lotta contro il roditore, il protagonista compie un percorso che dall’assoluto egocentrismo, lo conduce ad accettare invece ciò che è diverso da lui.

Potrebbero interessarti...
AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA
  • 5 - 8 Dic 2019
  • Sala Assicurazioni Generali
SCOPRI
NOTRE DAME DE PARIS
  • 29/1 - 2/2 2020
  • Sala Assicurazioni Generali
SCOPRI
Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter