Votazioni aperte

Hai votato

Grazie!

Attenzione!

Per votare devi accedere all'area privata

  • Crediti

    tratto da “Les garçons et Guillaume, à table!” di Guillaume Gallienne
    adattamento drammaturgico Tobia Rossi

    traduzione dal francese Anna d’Elia

    regia di Roberto Piana
    assistente alla regia Angelo Curci

    con Gianluca Ferrato

    scene Yasmin Pochat
    wallpaper designer Simone Guidarelli
    illustratore Matthew La Croix

    costumi Agostino Porchietto

    light designer Renato Barattucci

    produzione BIS Tremila

Proposto per la prima volta in Italia, questo raffinato e ironico monologo è stato scritto e interpretato nel 2012 da Guillaume Gallienne, attore e regista di punta della Comédie Française. Straordinario il suo successo a Parigi, tanto che due anni più tardi ne è nato un film - ad opera dello stesso autore - anch’esso applaudito e premiato con innumerevoli César. Il titolo originale "Les garçon et Guillaume, à table” - che si potrebbe tradurre come “Ragazzi e Guillaume, a tavola!” - contiene già in sé l’equivoco che fa da motore allo spettacolo. Guillaume è una cosa a parte per i familiari: non è come i suoi fratelli, i “ragazzi”, prestanti, testosteronici. Il suo essere fantasioso, delicato, è inviso a padre e fratelli e così si isola in un mondo in cui imita e fa rivivere le donne che ammira: da Sissi a una ballerina andalusa, da sua nonna a sua madre, la persona che più di ogni altra idolatra e a cui più vuole assomigliare. E così appare ancor più effemminato in famiglia… finché in una sorta di “coming out” alla rovescia, incontrando la seconda donna della sua vita, con naturalezza emerge la sua vera natura e stupisce tutti vivendo un amore vero e desiderato.

Clicca qui per l'acquisto con l'abbonamento libero/stelle

Clicca qui per l'acquisto dei biglietti

 

PREZZO DEI BIGLIETTI

Posto unico Interi € 19 | Ridotti € 16 | 1★
Last minute € 15

 

Prenotazioni stelle 11/10 h. 10.00

Vendita biglietti 13/10 h. 10.00

Martedì 22 Novembre
19:30
Mercoledì 23 Novembre
21:00

Un testo divertente e attuale che riflette con intelligenza su temi importanti come l’identità sessuale, i condizionamenti familiari ed i dolorosi pregiudizi, ma che all’unico interprete - che qui sarà il bravissimo Gianluca Ferrato - offre anche l’opportunità complicata e meravigliosa, di dare vita in un virtuosismo da trasformista ad una miriade di personaggi diversi.

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter