Votazioni terminate
  • Crediti

    Di: Ideazione e coordinamento: Roberto Cocconi

    Interpreti: Danzano: Luca Campanella, Riccardo Meneghini, Valentina Saggin, Anna Savanelli, Carolina Valentini, Luca Zampar
    Al violoncello: Anna Molaro

    Costumi: A cura di Margherita Mattotti

    Musiche: Philip Glass

    Luci: Disegno luci: Daniela Bestetti

    Produzione: Coproduzione Compagnia Arearea, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e Mittelfest 2017
    realizzato con la collaborazione di Dialoghi/Residenze delle Arti Performative a Villa Manin, a cura di CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
    con il sostegno del MiBACT – Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo

    Repliche: 2

Il meteorologo Edward Lorenz propose l’idea che il battito d’ali di una farfalla in Brasile – ovvero un piccolissimo spostamento dell’aria – potesse provocare, a distanza di tempo, un tornado in Texas. Aveva scoperto una proprietà fondamentale dei sistemi caotici: la dipendenza sensibile dalle condizioni iniziali, meglio nota come “Effetto Farfalla”. Questo concetto ha ispirato i componenti della compagnia di danza Arearea, che ne hanno fatto il cuore del loro nuovo spettacolo, “Il caos e la farfalla”.

PREZZO DEI BIGLIETTI

Posto unico Interi € 19 | Ridotti € 16 | 1

Last minute € 15

Abbonati danza € 10

 

 

Prenotazioni stelle 24/10

Vendita biglietti 26/10

Mercoledì 20 Dicembre
21:30
Giovedì 21 Dicembre
21:00

Il meteorologo Edward Lorenz propose l’idea che il battito d’ali di una farfalla in Brasile – ovvero un piccolissimo spostamento dell’aria – potesse provocare, a distanza di tempo, un tornado in Texas. Aveva scoperto una proprietà fondamentale dei sistemi caotici: la dipendenza sensibile dalle condizioni iniziali, meglio nota come “Effetto Farfalla”. Questo concetto ha ispirato i componenti della compagnia di danza Arearea, che ne hanno fatto il cuore del loro nuovo spettacolo, “Il caos e la farfalla”.

Un momento significativo nell’attività del gruppo ma anche per il Teatro Stabile che da diverse stagioni ha aperto un dialogo e un confronto con Arearea – l’unica realtà in regione di produzione nell’ambito della danza, che sia riconosciuta dal MIBACT – tanto che la loro danza ha rappresentato una gradevole presenza fissa nelle ultime tre edizioni del festival “TS Danza”. Ricordiamo a questo proposito il bell’impatto visivo e l’energia di “Ruedis” eseguito all’aperto, nel piazzale del Museo “de Henriquez” e il recente “Le Quattro Stagioni - From Summer to Autumn” applaudito invece alla Sala Bartoli. Quest’anno lo Stabile coproduce il nuovo impegno produttivo di Arearea, assieme al Mittelfest che ha anche ospitato l’applaudita prima nazionale de “Il caos e la farfalla” lo scorso luglio.

Roberto Cocconi, ideatore dello spettacolo si è lasciato ispirare dalle musiche di Philip Glass e dal violoncello di Anna Molaro per “entrare” in una collettività umana dinamica e ipersensibile, in cui si alternano momenti di stabilità e instabilità, continuità e discontinuità, ordine e caos… 

«Ogni istante fluisce nel caos, straordinario spazio aperto di azioni che determinano l’eccezionalità della nostra vita, dei nostri incontri» spiegano gli artisti, chiarendo le intenzioni che guidano il loro lavoro. «Ma un minimo cambiamento può significare una storia del tutto diversa. Da un’azione svolta o non svolta, oppure agita in modo diverso, possono nascere futuri o eventi imprevedibili. Sei danzatori e un musicista percorrono lo spazio aperto dell’instabilità con le ali di una farfalla, lasciando che i desideri agiscano liberi nello straordinario arcobaleno di azioni intrecciate. La vita è talmente straordinaria che non sarà necessario portare ordine al caos, né si vorranno suggerire miglioramenti nel creato». Un pensiero che si trasforma in movimento e si lega strettamente al momento  attuale, un periodo di trasformazione in cui fluttuazioni, gesti e azioni di per sé piccoli e apparentemente insignificanti, potranno determinare il futuro.

Clicca qui per prenotare i biglietti con l'abbonamento stelle o libero.

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter