GLI AMANTI DI VERONA - racconto-concerto


Votazioni terminate
  • Crediti

    dalle novelle del Bandello

    con Manuela Mandracchia, Fabio Cocifoglia
    e gli AGRICANTUS
    Anita Vitale: voce, Fender Rhodes, pianoforte
    Mario Crispi: strumenti a fiato etnici, voce
    Mario Rivera: basso acustico, voce

    produzione Casa del Contemporaneo
    Spettacolo realizzato in collaborazione fra FESTIL_Festival estivo del Litorale e Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia

L’amore al tempo dei “...Montecchi e dei Cappelletti, ne la Verona di Bartolomeo Scala...”, un amore così forte che “…tutte le volte che lo racconti sembra impossibile debba così finire…”.

Questo racconto-concerto, tratto dal Bandello, fonte di ispirazione per Shakespeare, riesce, attraverso la fusione di parola e musica, a coinvolgere emotivamente il pubblico. L’immersione nell’universo evocativo della musica degli Agricantus e il serrato dialogo dei due attori Manuela Mandracchia e Fabio Cocifoglia in scena porteranno a scoprire imprevedibili risonanze della storia.

Clicca qui per l'acquisto dei biglietti

PREZZO DEI BIGLIETTI

Posto unico Interi € 21 | Ridotti € 18 | Studenti € 11

(Ridotto per Over 65, Under 26 e Coop Alleanza 3.0)

Sabato 25 Giugno
21:00

Lo spettacolo Gli amanti di Verona rientrano nel genere racconto-concerto.

Per racconto-concerto intendiamo una forma teatrale dove la musica e le canzoni (strutturate quasi secondo il modello operistico) sono, insieme alla parola, fondamentali per lo svolgimento della storia, non un semplice ornamento.

Le storie vengono esaltate dall’incontro diretto con la musica, e la capacità di adattamento del materiale letterario è sorprendente.

Il racconto concerto ci permette di avere un allestimento snello (due leggii e un piccolo impianto di amplificazione e un semplice piazzato).  Ma questa leggerezza non fa perdere al racconto tutta la forza e l’efficacia del testo, e riesce ad arrivare al pubblico con lo stesso impatto emotivo di una messa in scena vera e propria.

Manuela Mandracchia e Fabio Cocifoglia

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter