Votazioni aperte dal 13 Aprile
  • Crediti

    di Luigi Pirandello

    regia di Luca De Fusco

    con Lucia Lavia, Francesco Biscione, Alessandra Costanzo, Bruno Torrisi ed altri attori in via di definizione

    scene e costumi di Marta Crisolini Malatesta

    luci di Gigi Saccomandi

    produzione Teatro Stabile di Catania, Teatro della Toscana Teatro Nazionale, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Tradizione e Turismo srl - Centro di Produzione Teatrale - Teatro Sannazzaro

Ambientata fra la Berlino degli anni Venti e l’Italia, la commedia è un capolavoro poco frequentato di Luigi Pirandello, che vi racchiude la summa del suo pensiero: i temi della maschera, delle verità multiple, dell’ipocrisia sociale si stratificano nei personaggi a partire dalla protagonista, indicata con l’emblematico nome de “L’Ignota”. È una figura complessa, misteriosa affrontando la quale Lucia Lavia, una delle stelle nascenti del teatro italiano, mette alla prova il suo brillante talento.

PREZZO DEI BIGLIETTI

Platea A-B Interi € 27 | Ridotti € 24 | 2★

Platea C Interi € 23 | Ridotti € 19 | 1★

Gallerie Interi € 18 | Ridotti € 16 | 1★

 

Prenotazioni stelle 21/02 h. 10.00

Vendita biglietti 23/02 h. 10.00

Giovedì 13 Aprile
20:30
Venerdì 14 Aprile
20:30
Sabato 15 Aprile
20:30
Domenica 16 Aprile
16:00

Lo spettacolo è diretto da Luca De Fusco che allo scrittore siciliano ha dedicato letture critiche e begli allestimenti, fra cui il recente “Enrico IV” - anche questo coprodotto dallo Stabile regionale - con Eros Pagni. Nel rifiuto della realtà, Enrico IV sembra quasi un doppio maschile de L’Ignota. La pièce vuole infatti che la protagonista, enigmatica artista di cabaret a Berlino, sia l’amante di Salter, scrittore divorziato. Anche la figlia di lui ne è attratta. Dall’Italia la raggiunge un uomo strano, che riconosce in lei una donna scomparsa dal Veneto dopo una violenza, durante la guerra. Il marito da un decennio non si dà pace di averla perduta, mentre gli altri parenti la credono morta. Attratta dall’idea di incarnare una personalità limpida, di liberarsi dalle trasgressioni della grande città, L’Ignota entra nella nuova vita e convince tutti, come se fosse “un corpo senza nome in attesa che qualcuno se lo prenda”: ma si rifiuta di proseguire quando sospetta che dietro alla ricerca della moglie scomparsa, possa esserci non amore sincero ma l’interesse per un’eredità.

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter