IL GIALLO S'INTRECCIA ALLA STORIA: RITORNA DAL 15 LUGLIO LO SPETTACOLO SU WINCKELMANN
  • 13 Luglio 2020
  • Comunicati stampa

Comunicato Stampa

del 13 luglio 2020

 

“Un giallo che s’intreccia alla Storia e ha luogo fra le antiche suggestioni dell’Orto Lapidario: dal 15 luglio ritorna in scena “Morire per quattro monete - Winckelmann, l’ultimo viaggio” di Marzia Vidulli Torlo, diretto da Andrea Collavino che ne è anche interprete con Riccardo Maranzana e Stefano Pettenella. Lo spettacolo prodotto dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia è un evento della rassegna “Trieste Estate” promossa dal Comune di Trieste”.

Debutta mercoledì 15 luglio alle ore 20.45 “Morire per quattro monete. Winckelmann: l’ultimo viaggio” che ritorna in scena ormai per il terzo anno nei preziosi spazi dell’Orto Lapidario, dove è nato a coronamento dell’intitolazione del Museo dell’Antichità al nome del celebre studioso tedesco, in occasione dei 250 anni dalla morte, avvenuta proprio a Trieste in circostanze misteriose.

Lo spettacolo è ormai un appuntamento amato dai triestini ed una scoperta piacevole e interessante per i turisti che lo possono seguire in edizione multilingue in cuffia grazie al sistema Silent System: un’esperienza immersiva e multisensoriale che il regista Andrea Collavino ha concepito per  inscenare il “giallo” del breve periodo trascorso dallo studioso a Trieste, tappa di un viaggio che da Vienna - dove era stato ricevuto dall’Imperatrice Maria Teresa - avrebbe dovuto ricondurlo nell’amata Italia, cuore della classicità.

È appunto dalle ombre misteriose degli ultimi giorni vissuti in città da Winckelmann che parte la lettura multimediale interpretata dallo stesso Collavino con Riccardo Maranzana e Stefano Pettenella, su testo di Marzia Vidulli Torlo. Usando in ambito teatrale il Silent System, – pur rimanendo in un’esperienza di spettacolo “live” – si permette ad ogni spettatore di fruire tutto “in cuffia”, libero di muoversi nello spazio all’aperto dell’Orto Lapidario e di seguire gli attori fra i preziosi reperti, restando perfettamente avvolto nell’atmosfera sonora e ascoltando la recitazione e gli effetti senza essere turbato da rumori esterni.

«È un viaggio visivo e sonoro nel mondo interiore di questo grande storico dell’arte, archeologo e letterato» spiega il regista Andrea Collavino. «Un percorso che il pubblico farà all’interno dell’orto lapidario venendo a contatto con i protagonisti di una vicenda che ancora rimane inspiegabile. Non è importante oggi cercare di risolvere l’enigma, ma rievocare il grande contributo che Winckelmann ha dato alla moderna storia dell’arte, con un atto artistico, che ci riconnetta all’uomo oltre che all’intellettuale. Perciò quella che gli spettatori faranno sarà un’esperienza sensoriale e immersiva fatta di suggestioni, provenienti da epoche e luoghi diversi. Un caleidoscopio di impressioni che ci riconduca all’idea del viaggio ultimo, dove le memorie si sovrappongono, svaniscono, lasciandoci infine più leggeri».

La traccia drammaturgica di Marzia Vidulli Torlo, funzionario direttivo conservatore al Civico Museo di Storia ed Arte – Orto Lapidario, suggerisce dunque un interessante itinerario fra storia e “giallo”, fra l’arte e il mistero dell’assassinio di Winckelmann “per quattro monete”, in un’architettura del suono raffinata fatta di attori che recitano dal vivo, di registrazioni e di una suggestiva colonna sonora.

Lo spettacolo è una produzione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia proposta grazie alla collaborazione con il Comune di Trieste nell’ambito della rassegna Trieste Estate.

Le repliche si susseguiranno dal 15 al  29 luglio (escluso il 20 luglio) con inizio alle ore 20.45.

Saranno ammessi 15 spettatori per ogni replica.

Il Comune di Trieste mette a disposizione alcuni biglietti gratuiti per la cittadinanza per ogni “prima” degli spettacoli inclusi nella rassegna “Trieste Estate”.

Per gli spettacoli firmati dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, questi biglietti gratuiti sono già in distribuzione e si possono ritirare – fino a esaurimento della disponibilità – alla Biglietteria del Politeama Rossetti aperta da martedì a venerdì dalle ore 9 alle 13 anche per la vendita: date le limitate capienze imposte dalle norme di sicurezza sanitaria, è bene affrettarsi all’acquisto in prevendita.

Solo in caso di biglietti rimasti invenduti, questi saranno acquistabili la sera stessa all’ingresso del Museo dell’Antichità, in Piazza della Cattedrale. Il prezzo è di €8 (posto unico) con riduzione a €5 (abbonati al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Under 26 e Over 65). Informazioni sul sito www.ilrossetti.it e al numero 040-3593511.

Proseguono intanto - fino al 19 luglio – anche gli spettacoli che lo Stabile regionale presenta nell’ambito di Trieste Estate nel Parco e nel Castello di Miramare: “I Bagni di Trieste” e “A Sarajevo il 28 giugno”. Anche qui l’acquisto in prevendita è fortemente consigliato.

 

MORIRE PER QUATTRO MONETE - WINCKELMANN, L'ULTIMO VIAGGIO

testo a cura di Marzia Vidulli Torlo

con Andrea Collavino, Riccardo Maranzana e Stefano Pettenella

voci registrate Filippo Borghi, Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Andrea Germani, Francesco Migliaccio, Jacopo Morra, Maria Grazia Plos, Valentina Violo

regia Andrea Collavino

produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con Comune di Trieste

 

L’ufficio stampa

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter