THE BEGINNING OF NATURE
AUSTRALIAN DANCE THEATRE


Votazioni aperte dal 23 Aprile
  • Crediti

    ideazione e regia Garry Stewart
    coreografia Garry Stewart & i ballerini dell’Australian Dance Theatre
    consulente lingua indigena Jack Buckskin

    costumi Davis Browne Design

    compositore Brendan Woithe (KLANG)

    lighting design Damien Cooper

    tour italiano a cura di ATER - Associazione Teatrale Emilia Romagna

“The Beginning of Nature” è la seconda opera del ciclo “The Nature Series” di Garry Stewart, che il coreografo ispira all’idea di natura in tutte le sue forme. E per il pubblico è sicuramente un’occasione magica per conoscere l’Australian Dance Theatre, che con questo spettacolo, definito dalla stampa «la performance del secolo» (Broadway World), fa il proprio esordio sul palcoscenico del Politeama Rossetti.

PREZZO DEI BIGLIETTI

Platea A Interi € 48 | Ridotti € 45 | Under16 € 25 | 4★

Platea B Interi € 45 | Ridotti € 42 | Under16 € 23 | 3★

Platea C Interi € 39 | Ridotti € 36 | Under16 € 20 | 3★

I galleria Interi € 33 | Ridotti € 31 | Under16 € 17 | 2★

II galleria Interi € 27 | Economici € 15 | Under16 € 15 | 2★

 

Prenotazioni stelle 14/1 h. 10.00

Vendita biglietti 16/1 h. 10.00

Giovedì 23 Aprile
20:30

In “The Beginning of Nature” la danza contemporanea più elegante e impeccabile esplora la natura ed i suoi ritmi: il passaggio dal giorno alla notte, l’avvicendarsi delle stagioni, la nascita e la morte, la metamorfosi e la decomposizione, e tutte le altre forze con cui la natura interagisce con gli esseri umani diventano tema di una coreografia ricca di grazia e di forza. Nel concepire l’opera, Garry Stewart ha scelto di usare anche il linguaggio cantato ed ha chiesto al compositore Brendan Whoite di sviluppare una partitura originale intrecciando l’elettronica con un quartetto d’archi e voci. Interpretato dal vivo da due soprano, il libretto è in lingua Kaurna, la lingua tradizionale della popolazione delle Pianure di Adelaide dove ha sede l’Australian Dance Theatre. La compagnia si fa dunque veicolo anche di un importante messag- gio verso tali popolazioni: «Riconosciamo gli Aborigeni e gli abitanti delle Isole dello stretto di Torres come i legittimi proprietari di questo paese, e riconosciamo il loro legame con la Terra e la Comunità. Il nostro più grande rispetto a loro, alle loro culture e ai loro Anziani del passato e del presente».

Ma saranno soprattutto la bellezza e la perfezione tecnica della danza di questo ensemble a conquistare gli spettatori: l’Australian Dance Theatre, fondato nel 1965, si dedica alla creazione di opere di altissimo livello da un punto di vista intellettivo e artistico. Negli ultimi 15 anni lo dirige Garry Stewart considerato fra i cinquanta coreografi più influenti nel mondo, che ha assicurato alla compagnia un impulso verso l’esecuzione di coreografie di danza contemporanea ispirate all’innovazione tecnica e visiva. La Compagnia ha una storia di collaborazioni senza precedenti con artisti provenienti da ambienti culturali e mediatici molto diversi, quali la robotica, la fotografia, l’architettura, la grafica 3D e il video. È orgogliosa di essere proiettata verso il futuro che integra tecnologia e arte in una danza qualitativamente elevata, una poetica che le ha assicurato una notevole reputazione internazionale e molti premi. È fra i più importanti prodotti culturali d’Australia nel mondo.

IL TRAILER DELLO SPETTACOLO

 

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter