RISTRUTTURAZIONE
OVVERO DISAVVENTURE CASALINGHE RACCONTATE DA SERGIO RUBINI


Votazioni aperte dal 3 Maggio
  • Crediti

    scritto da Sergio Rubini e Carla Cavalluzzi

    diretto e interpretato da Sergio Rubini

    musiche eseguite dal vivo da Musica da Ripostiglio
    Luca Pirozzi chitarra e voce
    Luca Giacomelli chitarra
    Raffaele Toninelli contrabbasso
    Emanuele Pellegrini batteria

    produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo

"Ristrutturazione" è il racconto di Sergio Rubini, in forma confidenziale, della ristrutturazione di un appartamento, un viavai di architetti e ingegneri, allarmisti e idraulici, operai e condòmini. Una pletora di personaggi competenti e incapaci, leali e truffaldini, scansafatiche ed operosi fino all’esaltazione che si avvicendano nella vita dello sfortunato padrone di casa stravolgendola senza pietà.

PREZZO DEI BIGLIETTI

Platea A-B Interi € 31 | Ridotti € 28 | 2★

Platea C Interi € 25 | Ridotti € 22 | 2★

Gallerie Interi € 19 | Ridotti € 16 | 1★

 

Prenotazioni stelle 29/3 h. 10.00

Vendita biglietti 31/3 h. 10.00

 

Si ricorda che dal 6 agosto 2021 l’accesso agli spettacoli aperti al pubblico è consentito in zona bianca esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 (Green Pass).

 

Martedì 3 Maggio
20:30
Mercoledì 4 Maggio
20:30

E questa vita sconvolta lo è ancor di più se i padroni di casa sono due, un Lui e una Lei, con i loro diversi punti di vista, la loro diversa capacità di resistere all’attacco quotidiano delle truppe corazzate che trasformano il loro “nido” in una casa occupata. E quando il tubo di scarico si intasa allagando la camera da letto, sembrerebbe che anche le fondamenta che reggono la stabilità della coppia stiano per cedere... Accompagnato dai motivi e dalle atmosfere di una band musicale, il racconto prende il via da molto lontano: una prima casetta a Roma, un seminterrato con un problema idraulico per il quale si offre di dare una mano un maldestro autista di cinema che finirà per trasformare il seminterrato in una piscina; e poi il bell’attico tra i tetti della capitale dall’affitto galattico dove però non funziona niente, dal citofono all’acqua calda. Per finire con l’acquisto tanto desiderato di una casa propria, la prima casa, ed è allora che il fenomeno della ristrutturazione si abbatte sui due sventurati inesorabilmente. (…) se non che l’arrivo della pandemia azzera tutto, imponendo nuove regole e nuovi codici: un nuovo mondo che necessita a sua volta di una ristrutturazione profonda e collettiva per poter ricominciare a girare.

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter