Memoria 2022 un laboratorio aperto
La memoria e la scelta 6


Votazioni aperte

Hai votato

Grazie!

Attenzione!

Per votare devi accedere all'area privata

  • Crediti

    performance interattiva a cura di Paola Pini, Andrea Germani, Riccardo Maranzana
    hanno partecipato al progetto gli allievi delle classi 3B, 4M e 5A del liceo “F. Petrarca” di Trieste

    con Andrea Germani, Riccardo Maranzana
    e con gli allievi Francesca Amunategui, Beatrice Cannataro, Massimiliano Cecchi, Ilaria Degrassi, Minijohana d’Orlando, Luca Fait, Eleonora Forte, Sara Gratton, Giada Legovich, Gaia Millo, Leonardo Orlandini, Giovanni Pangher, Francesca Perucchini, Chiara Rogantin, Emma Sortino

    produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia

Il punto di partenza di questa “performance interattiva” - che coinvolgerà il pubblico dei ragazzi fino a trasformarsi in un dibattito vivace fra chi sarà in scena e coloro che si accomoderanno in platea - è il lavoro sulla Memoria che è stato condotto da Andrea Germani, Riccardo Maranzana e Paola Pini assieme agli allievi di alcune classi del Liceo Classico Linguistico “Francesco Petrarca di Trieste”, nell’ambito dell’attività di PTCO. La performance che ne è nata sollecita il dialogo tra il teatro e la scuola sulla responsabilità individuale e collettiva, quotidiana e non, di fronte alle tempeste della Storia. Èd è proprio questo dialogo avviato nei mesi passati in classe a proseguire ora in sala in modo informale e strutturato, anche con un pubblico composto da coetanei.

Lo spettacolo è in programmazione per le scuole dal 9 al 16 maggio la mattina o su richiesta; gli insegnanti interessati possono scrivere una mail per ricevere il calendario e tutte le informazioni: clicca qui

Lo spettacolo è in programmazione per le scuole dal 9 al 18 maggio, gli insegnanti interessati possono scrivere una mail per ricevere il calendario e tutte le informazioni: clicca qui

La recita del 14 maggio alle 20:30 è aperta al pubblico:

PREZZO DEI BIGLIETTI

Ingresso Interi € 12 | Ridotti € 8 | 1

 

Sabato 14 Maggio
20:30

Il dialogo e la riflessione partiranno da alcuni nodi o emblematici personaggi della Storia:

  • -  Odilo Globočnik e Diego de Henriquez tutti attivi a Trieste, tutti legati in modo diverso alla Risiera di San Sabba, dove le loro azioni hanno prodotto conseguenze significative, differenti, utili per aiutarci a comprendere i meccanismi che stanno alle spalle del processo della scelta.

  • -  Le pietre d’inciampo, una lettera a chi non c’è più. Gli studenti del Petrarca sono stati invitati a esplorare il territorio cittadino alla ricerca delle numerose pietre d’inciampo purtroppo presenti, segno indiscutibile di tante vite strappate. Hanno cercato le loro storie e hanno scritto lettere a queste persone, immaginandole ancora vive.

- Quale senso dare alla Memoria, oggi? L’Europa è piombata, da poco più di un mese, ancora nel baratro della guerra. Come allora, i profughi cercano rifugio in altri Stati perché le loro case, le loro scuole, le loro città sono distrutte. Il loro mondo ora non c’è più. Il nostro lavoro sulla Memoria del passato è chiamato a dimostrare la sua utilità, alla verifica del senso di un percorso che a volte erroneamente poteva sembrare fine a sé stesso.

- L’ebreo come paradigma del diverso. Quali sono i meccanismi che producono la discriminazione nei confronti di chi riteniamo diverso da noi? Quanto pesano le nostre paure verso una realtà che non comprendiamo, nella costruzione dello stereotipo e del pregiudizio, che è il punto di partenza necessario per la creazione dell’ennesimo nemico? Cosa possiamo fare per smettere di trasformare “il diverso” nel nostro personale capro espiatorio?

Clicca qui per leggere gli elaborati dei ragazzi del Liceo Petrarca

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter