MAGICAL MYSTERY STORY
La magica storia dei Beatles


Votazioni terminate

Hai votato

Grazie!

Attenzione!

Per votare devi accedere all'area privata

Acquista su
  • Crediti

    con Carlo Massarini e The Beatbox

    produzione artistica The Beatbox e The Beat Production
    produzione esecutiva Good Vibrations Entertainment

Nel 1967 i Beatles, con un film, fecero partire i loro fan per un viaggio psichedelico sulle note di una canzone intitolata Magical Mystery Tour. Un surreale vagabondare nella campagna di un’Inghilterra che in pochi anni si era trasformata da grigia capitale industriale a variopinta capitale di una rivoluzione che diede nuova vitalità al mondo intero. Cosa è successo in quel brevissimo lasso di tempo? Si può scoprirlo a teatro con Magical Mystery Story. Lo spettacolo raccontato da Carlo Massarini e dalla tribute band The Beatbox che, dopo il successo del debutto nel 2022 torna a teatro anche nella stagione 2023/2024 e il 16 maggio salirà sul palco del Rossetti!

Clicca qui per l'acquisto dei biglietti su Vivaticket

Clicca qui per l'acquisto dei biglietti su Ticketone

PREZZO DEI BIGLIETTI

Platea A Interi € 34,50 |  Ridotti Abbonati € 32,50

Platea B Interi  31,05 |  Ridotti Abbonati € 29,50

Platea C Interi € 28,75 | Ridotti Abbonati 27,50

Prima Galleria Interi 25,30 | Ridotti Abbonati € 24,50

Seconda Galleria Interi € 23,00 | Ridotti Abbonati € 21,00

LOGGIONE (Visibilità ridotta) € 17,25

Giovedì 16 Maggio
21:00

Lo Spettacolo musicale tra aneddoti, storie ed approfondimenti permette di scoprire il mito dei Beatles dalle parole di uno dei maggiori esperti italiani in campo musicale, nonché grande estimatore del quartetto di Liverpool. Carlo Massarini con il suo storytelling rende davvero unico questo omaggio a John, Paul, George e Ringo. In molti ricordano il conduttore come Mister Fantasy per la sua trasmissione RAI di inizio anni’80, primo programma ad introdurre i videoclip musicali nella nostra TV. La sua carriera lo ha visto anche come autore di vari programmi e collaboratore di importanti testate e riviste.

I Beatbox nascono nel 2010 da un’idea di Alfio Vitanza e Mauro Sposito all’epoca componenti dei New Trolls che durante un tour ebbero l’occasione di assistere al concerto di un complesso messicano che si esibiva con un tributo ai Beatles. Colpiti dal riscontro che videro nel pubblico, tornati in Italia decisero d’investire in un progetto simile. In pochi anni la loro tribute band, The Beatbox, si è affermata tra le migliori band di questo genere a livello internazionale tanto che hanno suonato anche davanti ad alcuni personaggi strettamente legati alla storia del quartetto di Liverpool come Pete Best, primo batterista, sostituito poi da Ringo Starr, e Freda Kelly, loro segretaria fin dagli esordi.

La formazione attuale vede Filippo Caretti che interpreta John Lennon, Michele Caputo nelle vesti di George Harrison, Marco Breglia nei panni di Paul McCartney, Federico Franchi alla batteria come Ringo Starr e Claudio Airo alle tastiere.

Nulla è lasciato al caso, dalla strumentazione vintage, uguale a quella utilizzata dai Beatles, agli arrangiamenti, agli abiti prodotti dalla stessa sartoria che confezionò quelli per le loro tournée americane, ai dialoghi. I Beatbox ripropongono ogni aspetto che contraddistingueva i Fab Four e le loro esibizioni sono frutto di un attento studio. Assistendo allo spettacolo si ha modo di ascoltare gli storici bassi Hofner e Rickenbacker, suonati mancini proprio come Paul McCartney, di lasciarsi coinvolgere dal ritmo della batteria Ludwig di Ringo Starr e di calarsi nelle sonorità dei primi anni sessanta delle chitarre Gretsch e Rickenbacker di Harrison e Lennon.

Si avrà poi modo di vedere ed ascoltare le riproduzioni di altre iconiche chitarre come la psichedelica ‘Rocky’, uguale in ogni sfumatura di colore a quella dipinta da George, oltre che la sua ‘Lucy’ che gli venne regalata da Clapton. Non manca poi, tra le altre, l’Epiphone Casio beige resa celebre da John Lennon, che egli sfoggiò nel cosiddetto Rooftop Concert, l’ultimo concerto live dei Beatles tenutosi sul tetto dei loro Studi Apple nel gennaio 1969.

Lo spettacolo è un’occasione imperdibile per i fan dei Fab Four di immergersi nell’esecuzione di capolavori senza tempo. Dalla Liverpool dei primissimi anni ’60 fino alla Londra del 1970, passando per gli Stati Uniti e per ogni continente, i Beatbox ripropongono live sul palco quella magica storia. Love Me Do, She Loves You, A Hard Day’s Night, Twist and Shout, Yesterday, Yellow Submarine, Hello Goodbye, While My Guitar Gently Weeps, Hey Jude, Come Together, Let It Be, Get Back sono solo alcune delle hit che fanno ancora oggi scatenare ed emozionare chiunque le ascolti.

La seconda parte dello Spettacolo include quindi le canzoni che i Beatles non hanno mai eseguito dal vivo, ma solo in studio di registrazione. Dal 1966 i Beatles infatti non hanno più tenuto concerti live, a parte la loro ultima esibizione sul tetto della Apple. Le loro composizioni erano diventate troppo sofisticate e sperimentali per essere riproposte dal vivo con le strumentazioni dell’epoca. Le urla delle loro fan inoltre erano talmente forti da sovrastare il suono della loro musica non permettendogli più di sentirsi tra loro. Dopo aver visto minata anche la loro incolumità, i Beatles chiusero l’epoca live con il concerto al Candlestick Park di San Francisco, nell’agosto 1966. Ma con Magical Mystery Story si può immaginare come sarebbe stato assistere ad un concerto successivo a quella data.

Potrebbero interessarti...
Bradley Jaden - live in Trieste
  • 18 Mag 2024
  • Sala Assicurazioni Generali
SCOPRI
LES MISÉRABLES - THE ARENA MUSICAL SPECTACULAR
  • 7 - 11 Nov 2024
  • Sala Assicurazioni Generali
SCOPRI
MAMMA MIA!
  • 23 - 27 Apr 2025
  • Sala Assicurazioni Generali
SCOPRI
Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter