Votazioni aperte dal 7 Gennaio
  • Crediti

    di Eugène-Marin Labiche

    traduzione di Andrée Ruth Shammah e Giorgio Melazzi

    adattamento e regia di Andrée Ruth Shammah

    con Massimo Dapporto, Antonello Fassari, Susanna Marcomeni
    e con Marco Balbi, Andrea Soffiantini, Christian Pradella, Luca Cesa-Bianchi

    scene di Margherita Palli

    costumi di Nicoletta Ceccolini

    musiche di Alessandro Nidi

    luci di Camilla Piccioni

    produzione Teatro Franco Parenti, Fondazione Teatro della Toscana

Nella sua elegante regia, Andrée Ruth Shammah dirige due fuoriclasse della scena, Massimo Dapporto e Antonello Fassari, ne “Il delitto di via dell’Orsina”, una commedia dalla trama paradossale, costruita su un indiavolato gioco di equivoci - e riletta qui in chiave quasi beckettiana - del drammaturgo ottocentesco francese Eugène Labiche, re indiscusso del “teatro da boulevard”, il leggero vaudeville molto in voga nella Parigi di fine secolo.

PREZZO DEI BIGLIETTI

Platea A-B Interi € 27 | Ridotti € 24 | 2★

Platea C Interi € 23 | Ridotti € 19 | 1★

Gallerie Interi € 18 | Ridotti € 16 | 1★

 

Prenotazioni stelle 13/12 h. 10.00

Vendita biglietti 15/12 h. 10.00

Sabato 7 Gennaio
20:30
Domenica 8 Gennaio
16:00

Due uomini, un ricco nobile ed elegante e un rozzo proletario, si risvegliano nello stesso letto con le mani sporche e le tasche piene di carbone senza riuscire a ricordare gli avvenimenti della notte precedente. Dal giornale vengono a sapere dell’omicidio di una giovane carbonaia e, convinti di esser loro i colpevoli, si adoperano per far sparire tutte le eventuali prove e mantenere le apparenze. Trasposto dalla Francia perbenista ottocentesca all’Italia pre-fascista e conformista del primo dopoguerra, questo atto unico è una sagace satira sulla borghesia: alterna malintesi ed equivoci a brevi momenti di sospensione dai quali trapela un alone di inquietudine incombente, rivelando l’ipocrisia e la meschinità insita dell’animo umano, senza distinzione di classe.

La regista - che ha curato anche traduzione e adattamento del testo venandolo di noir - ha saputo creare uno spettacolo dai molteplici livelli di lettura superando la difficile sfida di alludere con leggerezza a temi profondi e attuali, come il nostro disorientamento e la solitudine che ci attanaglia.

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter