AQUILE RANDAGIE
CREDERE DISOBBEDIRE RESISTERE


Votazioni aperte dal 16 Gennaio
  • Crediti

    testo di Alex Cendron

    regia di Massimiliano Cividati

    con Alex Cendron

    realizzazioni scenografiche FdB

    musiche di Paolo Coletta

    produzione Arca Azzurra
    con il sostegno del Teatro della Cooperativa

Incombono, ciclicamente nella storia, delle “notti dell’umanità” che sembrano invincibili: come nel solstizio d’inverno, quando il buio ed il freddo paiono avere irrimediabilmente il sopravvento. Invece è proprio a partire da lì che si ritorna alla luce. Come raccontano le leggende del solstizio, spesso e per fortuna, anche le "notti dell’umanità” hanno trovato un cavaliere che mettesse in fuga il drago delle tenebre. Ed una di queste temibili “notti” è al centro del racconto di Alex Cendron in “Aquile randagie”.

PREZZO DEI BIGLIETTI

Posto unico Interi € 19 | Ridotti € 16 | 1★
Last minute € 15

 

Prenotazioni stelle 13/12 h. 10.00

Vendita biglietti 15/12 h. 10.00

Lunedì 16 Gennaio
21:00

È una storia vera quella che il bravo attore - formato all’Accademia Nico Pepe e affermatosi poi sia a teatro che al cinema e in televisione - rivive sul palcoscenico e a renderla ancor più significativa e incoraggiante è il fatto che a lottare per il bene, per la luce, sono in questa vicenda alcuni giovani coraggiosi: un gruppo di boy scout.

È il 9 aprile 1928 e Mussolini firma un decreto alla legge Opera Nazionale Balilla sopprimendo di fatto lo scoutismo in Italia. A Milano un piccolo assieme di adolescenti scout sentono l’ingiustizia di quest’imposizione e disobbediscono avviando una lunga attività clandestina, che perdura per 17 anni: è la prima forma di resistenza giovanile al Fascismo. Quei ragazzi divengono così giovani uomini di pace, crescono nel coraggio e dopo l’8 settembre del 1943 sono promotori del gruppo OSCAR che salva migliaia di persone, ebrei, ricercati, renitenti alla leva, prigionieri politici. Un racconto ben interpretato, vivido di sincerità e tensione, che dona un essenziale messaggio d’impegno e valore.

Congratulazioni

Errore

Iscriviti alla newsletter